Obblighi e opportunità della firma email

Linkiamo e riportiamo un interessante articolo sulla parte obblighi della firma email, qui invece le opportunità!

Prima, verifica con il tuo ufficio legale e chiedi a loro se è tutto vero e preciso per la tua azienda!
Poi chiama noi, per risolvere e spiegarti anche le OPPORTUNITA'!

Ecco un'analisi sintetica, non perfettamente esaustiva ma già una buona traccia, dei requisiti minimi per la firma della posta elettronica e delle eventuali sanzioni per il mancato rispetto delle normative applicabili.

### Requisiti Minimi per la Firma della Posta Elettronica:

1. **Codice Civile (Art. 2250)**:
- Denominazione sociale
- Sede legale
- Numero di iscrizione al Registro delle Imprese
- Capitale sociale versato (se applicabile)
- Stato di liquidazione (se applicabile)

2. **GDPR (Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati)**:
- Trasparenza: Informazioni su come vengono trattati i dati personali.
- Minimizzazione dei dati: Solo i dati necessari.
- Sicurezza: Protezione dei dati trasmessi via email.

3. **Decreto Legislativo n. 70/2003 (Commercio Elettronico)**:
- Nome del mittente
- Indirizzo di posta elettronica
- Informazioni sulla registrazione presso le autorità competenti

### Composizione della Firma Email:

- Nome e cognome del mittente
- Ruolo/titolo del mittente
- Denominazione sociale della società
- Indirizzo della sede legale
- Numero di iscrizione al Registro delle Imprese
- Partita IVA e Codice Fiscale
- Capitale sociale versato (se applicabile)
- Contatti della società (telefono, email, sito web)
- Informativa sulla privacy o un link alla privacy policy
- Eventuale disclaimer legale

### Sanzioni per il Mancato Rispetto:

- **Codice Civile**: Sanzioni amministrative per la mancata indicazione delle informazioni obbligatorie.
- **GDPR**: Sanzioni fino a 20 milioni di euro o il 4% del fatturato annuo globale, se superiore, per violazioni riguardanti la protezione dei dati personali.
- **Decreto Legislativo n. 70/2003**: Sanzioni amministrative variabili a seconda della gravità della violazione, dalla semplice ammonizione a multe significative.


20/5/2024
Vittorio Orefice

Tags :

|
Commenti : (0)

nessun Commento trovato
Autore
Vittorio Orefice

Vittorio Orefice