Uso Promiscuo
Le caselle aziendali intestate a utenti in modo nominativo (es. vitttorio.orefice@digiway.it) sono considerate (giuridicamente) ad uso promiscuo in tutti icasi in cui non è stato concordato esplicitamente  il contrario.
Consigliamo, perciò,  di contrattualizzare l'uso esclusivo a scopo aziendale con gli intestatari delle caselle stesse.

In questo modo si evitano molti problemi e rischi dei quali elenchiamo i più rilevanti:


1° Qualora il titolare lasci l'azienda la casella NON è utilizzabile liberamente dalla società, ma deve essere archiviata (per 10 anni non ci stanchiamo di ripeterlo).

2° Durante la normale vita lavorativa la casella promiscua è posta privata (difesa dalla legge) e ogni accesso non autorizzato è penalmente perseguibile.

3° L'utente che è abituato a ricevere posta di ogni genere, a causa dell'uso privato, è molto meno pronto nell'accorgersi che qualcosa "puzza" quando gli arrivano mail tipiche degli attacchi phishing e malware rispetto a chi riceve solo posta professionale.


In OGNI caso la casella postale è un contenitore che PUO' facilmente contenere dati personali del titolare della casella anche rilevanti dal punto di vista GDPR. Si consiglia, pertanto, di sottoporre la posta elettronica a tutte le attenzioni utili in contesti di questo genere (prima fra tutti la Crittografia con sicurezza elevata).


Avete domande o richieste di approfondimento?
 Prendete contatto con noi.

10/5/2019
Vittorio Orefice

Tags :  e-mail  gdpr  posta elettronica  Quiet Time  sicurezza  signature gestita  software  sviluppo  Social Business 

|
Commenti : (0)

nessun Commento trovato
Autore
Vittorio Orefice

Vittorio Orefice