RansomWare
Non intendiamo fare dell'allarmismo ma ci pare giusto segnalare che il pericolo ransomware è in grave aumento.
A Natale di solito si prevede un picco proprio per la mole di mail che gira e che indebolisce l'attenzione.

Inoltre, da qualche mese, il pericolo di RansomWare si trasmette (usiamo terminologia da infezione virale non a caso) anche tramite virus inviati via PEC.
Un vettore quest'ultimo che si poteva pensare indenne in virtù della "certezza" del mittente e quindi della sottesa facile perseguibilità dello stesso.

Esortiamo dunque chi ancora non ha preso le precauzioni idonee a intervenire per difendere la propria impresa da un riccio che, aziendalmente, può arrivare ad essere letale.

Sottolineiamo come già fanno ben più autorevoli fonti che, ove colpiti, è assolutamente da evitare l'opzione di pagare che trasforma la vittima in un potenziale "Bancomat" a disposizione dell'aggressore.

Siamo a disposizione per fornire indicazioni a chi intendesse richiedercele.


5/11/2019
Vittorio Orefice

Tags :  RansomWare  antispam  mail security 

nessun Commento trovato

AVVERTENZA: I commenti sono accettati sotto la responsabilità esclusiva di chi li scrive. Gli IP di provenienza sono registrati e per tale ragione chi lo desidera può anche commentare anonimamente. Il gestore si riserva inoltre il diritto di cancellare qualsiasi commento che ritenga non attinente all'argomento oppure volgare od offensivo.


 
Autore
Vittorio Orefice

Vittorio Orefice